Cerca nel blog

lunedì 31 ottobre 2011

STOMATITE

Nessuna varicella in casa B.
All'asilo non quasi più nessuno che frequenta, l'80% dei bimbi sono malati. Chi per varicella, chi per stomatite (come nel nostro caso)
C'è un pò di confusione intorno a me. Non si mangia e non si dorme decentemente da giovedì...
i 4/5 della famiglia sono malati...ed io, come al solito, sono l'unica superstite.
L'unica che non ha la stomatite. Niente febbre, per me, nessuna dolorosa bolla. Nessun impacco disinfettante da fare nella mia bocca, sulla mia lingua.
Sono l'unica che potrei mangiare tranquillamente, e dormire serenamente.
Ma è difficile da fare quando tutti intorno a te si lamentano.
Piangono perchè hanno fame, e le bolle che riempono la loro bocca non gli permettono di ingurgitare nulla, nemmeno utilizzando degli antidolorifci.
Piangono perchè hanno sonno, perchè non riescono a dormire tranquillamente per il bruciore che sentono.
E sono annoiati...non si può uscire in queste condizioni....o meglio, io non me la sento di uscire con un seguito di marmocchi lamentosi e urlanti.
"armati di tanta tanta pazienza"...mi dicono...io ne ho tanta. Io sopporto tutto, proprio tutto....anche se mi si stringe il cuore vedere i miei figli piangere per la fame, masticare piangendo e poi decidere di lasciare il piatto a metà saltando così l'ennesimo piatto.
Perchè non basta dargli da mangiare gelato e budino....
Il mio senso di impotenza rimane ugualmente.
Li coccolo, continuamente, tutti quanti....preparo i loro piatti preferiti anche se so che non li mangeranno,guardano tanta tv e leggono tanti libri...di più non so cosa fare.
Passerà, lo so....intanto io sono qui che aspetto.....

venerdì 28 ottobre 2011

Bollettino di guerra

Bollettino di guerra di questa mattina:


Samuele: male alle orecchie

Milena: febbre 38 (miusrata alle 8 di mattina)

Enrico: probabile varicella

e naturalmente quando? Durante un lungo week-and, quando è praticamente impossibile trovare un pediatra reperibile!

Complimenti, bimbi.....davvero.

giovedì 27 ottobre 2011

E' molto intelligente, però...

Ieri, come al solito, sono andata a prendere i bimbi all'asilo. Essendo fratelli sono stati messi in 2 sezioni diverse...quindi prima recupero Enrico perchè la sua classe è quella più vicina all'entrata, e poi vado a recuperare Milena.
Quando vado da Milena, la maestra Michela mi dice che oggi hanno lavorato tanto e quindi probabilmente Milena potrebbe essere particolarmente stanca. Quelli dell'ultimo anno, mentre tutti gli altri bimbi dormono, fanno lavori di pre-scuola, con esercizi di ritaglio, per-scrittura, laboratori di musica, arte, etc....
"a proposito di Milena volevo parlarti di una cosa. Te lo dico perchè so che tu sei molto attenta come mamma, e so che le mie parole non sono dette a vanvera" ecco, lo sapevo....prima i complimenti e poi la batosta
"ehm, ma che succede?"
"Milena è una bambina molto intelligente, ed è in grado di svolgere gli esercizi, anche quelli più complicati" vai al dunque...perchè lo so che ora arriva la mazzata...spara, dai, senza tanti giri di parole
"però..:" ecco, lo sapevo...ora c'è pure un però, qui le cose si mettono male...
"però...noi di solito ci accontentiamo che i bimbi capiscano l'esercizio e lo facciano correttamente, e MIlena questo lo fa" e allora che cavolo vuoi dire? Perchè da lei pretendete di più?
"però dovrebbe impegnarsi di più.  Ad esempio, quando deve fare una riga per congiungere 2 punti non la fa diritta, ma tutta storta e ondulata, anche se parte e arriva al punto giusto. E poi...quando ritaglia...non è proprio capace. Per non parlare di quando leggiamo una storia. Non è in grado di raccontare ciò che le è stato detto...può essere che sia semplicemente timida, come invece vuol dire che lei non ascolta. E' molto intelligente, non può essere che non capisca, semplicemente non pone abbastanza attenzione."
"oh, mamma mia....davvero Milena è tutte queste cose negative?"
"Tutto si può riassumere in mancanza di attenzione, perchè se lei si concentrasse di più sarebbe in grado di fare tutto bene...non solo correttamente, ma anche bene e ordinato"
dentro di me un turbinio di pensieri che roteavano nel mio cervello come un turbine che è stato interrotto da "se non si concentra di più, il prossimo anno alle elementari farà molta fatica e potrebbe non farcela"
so benissimo questa maestra è sempre molto catastrofica, che esalta il negativo etc. etc...quindi supponendo anche che non sia così tragica come dice lei, a conti fatti i problemi ci sono comunque...
"E io come posso aiutare mia figlia a concentrarsi di più, a prendere le cose più sul serio considerando che comunque ha poi solo 5 anni?
"so che alla sera tu gli leggi sempre una favola prima di dormire...potresti raccontarne un pezzo tu e un pezzo a lei, scegliere una pagina a caso e chiederle che cosa gli ricorda quel disegno. E poi divresti comprargli uno di quei quaderni di pre-scuola, e fargli fare qualche esercizio anche a casa. Collegare i puntini, ripassare sulle righe tratteggiate..."
"ok, lo farò"
"bene, lo sapevo che avresti capito, ci riparliamo tra un pò così vediamo come va"....
"ciao"
"ciao"....
Sono arrivata a casa davvero stranita ed allibita, demoralizzata e delusa.
Certo, non delusa da mia figlia...ma delusa da me perchè forse, anche se è vero che l'ho riempita di stimoli, gli ho dato quelli o sbagliati, o forse gli ho dato quelli giusti ma poi non l'ho seguita nel modo edeguato... Non lo so....
Ieri sera, alle prove di canto, ne ho parlato con una maestra di seconda elemantare...lei, che conosce benissimo Milena, mi ha detto di non preoccuparmi. Il fatto che lei non sappia rielaborare un testo con parole sue è perchè è ancora tanto piccola, suoi alunni in seconda elementare ancora non lo sanno fare. Anche se è pur vero che ci sono dei bimbi che alla sua età lo sanno già fare benissimo.
Mi ha detto di concentrarmi sul ritaglio...attività che ha bisogno di manualità e concentrazione. Imparare a ritagliare significa comandare braccio/mani/dita...le righe verranno poi diritte di conseguenza!!!!
Ok, va bene, ci provo...e mi metto a lavorare con mia figlia.
Però un pò ci sono rimasta male....lo "affronto"....ma mi ha fatto star male!

mercoledì 26 ottobre 2011

olè

Fuori c'è il sole, ed un cielo azzurro azzurro che tra un pò non si vede nemmeno in primavera.
Le montagne che vedo dalla mia finestra sono bianche sulla punta e sprizzano gioia.
Gli alberi quel colore rosso che ti scalda il cuore anche se fuori ci sono solo 8 gradi.
E' tutto magnifico...e soprattutto è magnifico il fatto che una mia mia pura convizione si è rilevata sbagliata. I segnali che ricevevo erano fasulli, e tutto va come doveva andare!!!!!!!!
Posso tirare un sospiro di sollievo, anche se ancora mi chiedo perchè.....

lunedì 24 ottobre 2011

matematica, inglese e geografia

Non ho ricominciato a studiare, e nemmeno ho intenzione di farlo.
Queste sono le "materie" che stanno appassionando la mia Milena. Lei, che ha solo 5 anni ma che già non vede l'ora di andare alle "scuole lementari" , che non smette mai di chiedere "mi spieghi...."
Ha capito come funziona la numerazione, e se non la fermi prima sa contare fino a 100.
E' in grado di svolgere correttamente semplici addizioni o sottrazioni, rispondendo a problemi logici.
Conosce i numeri in inglese fino a 7 (anche se il 6 diventa siz, e se qualche volta il 5 lo dimentica per strada), conosce i colori (verde, giallo, rosso, blu, rosa) più qualche semplice parola...oramai parlare in inglese è diventata la routine durante la cena.
Si guardano, lei ed Enrico, e cominciano a domandare "come si dice....in inglese" cercando di immagazzinare più parole possibili.
E poi la geografia, curiosità nata da quando, questa estate le ho fatto vedere dove sarebbe andata la sua amichetta Aurora in vacanza. Così, tutte le volte che si parla di un luogo ecco che tiro fuori l'atlante e gli faccio vedere prima dove siamo noi, e poi dove è quel luogo di cui si parla.
Ha scoperto, rimanendone delusa, che marocchino non è una parolaccia, ma semplicemente un nome che indica una provenienza, smettendo così di prendere in giro il suo amichetto africano, e smettendo di urlare in faccia a chiunque questa parola tendando di offenderlo.

Certo, la sua è pura curiosità. Ci sono delle cose che lei non riesce a capire, come ad esempio come possa accadere che mentre qua è giorno in America sia notte e viceversa. Ma a lei non serve sapere di più....lei non chiede ed io non rispondo.
Parla bene, coniugando perfettamente i verbi....
Sta crescendo la mia bimba, si sta guardando intorno e sta scoprendo tante nuove cose.
La prossima sfida sarà quella di farle capire che deve ragionare con la sua testa non solo quando è casa, con noi, ma anche e soprattutto quando è a scuola con le sue amichette, senza farsi condizionare da chi ha una personalità più forte della sua.

Un minuto di silenzio

..... .....
..... .....
..... .....
..... .....

mercoledì 19 ottobre 2011

l'appetito vien mangiando, la salute vien....?????

E' proprio così.
Se è vero che l'appetito vien mangiando, mi chiedo cosa si debba fare per far venire un pò di salute.
Sam è ancora/dinuovo K.O.
Non sono passati nemmeno 15 giorni da quando l'ho portato dal pediatra perchè respirava "con il fischio", è passata appena una settimana da quando ho terminato di dargli l'antibiotico, e siamo al punto di partenza...o forse mi viene addirittura da pensare che all'inizio, quando già mi sembrava che stesse male, stesse ancora meglio di quanto non stia ora.
Gli sto dando il nurofen: mi è sembrato che avesse mal di gola, ma soprattutto sono certa che abbia male alle orecchie. Piange anche se solo gliele sfiori.
Ma a questo bollettino medico dobbiamo aggiungere anche naso che cola, tosse secca o con catarro a piacere, inapettenza, nervosismo acuto.
Questa notte io e mio marito, alternandoci, ci saremmo alzati 50 volte. Abbiamo provato di tutto per placare questa tosse che non lo lasciava riposare e che teneva svegli anche noi (mi chiedo come abbiano potuto dormire Mile ed Enri che dividono la stanza con l'appestato)
Gli abbiamo dato da bere l'acqua, gli abbiamo spruzzato litri di acqua fisiologica nel naso, gli ho dato lo sciroppo per la tosse...ed alla fine,quando si è messo a urlare toccandosi le orecchie un'altra dose di nurofen.
Di giorno tossisce poco...di notte è una tragedia.
Visto che, oltre a ciò che gli abbiamo dato questa notte, ho già anche provato con i sali tissutali e il propoli....avete qualche altro esperimento da propormi?????
VI prego, non ditemi però di dargli lo sciroppo alla lumaca perchè mi fa solo senso il pensiero....

lunedì 17 ottobre 2011

week-and tra i fornelli

Nonostante tutto fosse contro di me, e soprattutto al mio progetto di fare una cena a sopresa per i 35 anni di mio marito è andato tutto assolutamente bene.
Sabato, giorno in cui avrei dovuto e voluto cucinare mi sono ritrovata da sola con i bimbi. Mio marito ha lavorato sabato mattina, è andato allo stadio nel pomeriggio (caso rarissimo, tengo a sottolinearlo)ed è arrivato praticamente all'ora di cena, accompagnato dalla febbre, tra l'altro parecchio alta.
Il mio punto fisso per la giornata di sabato è stata: e ora come faccio a cucinare tutto? (avevamo ospiti a pranzo sua sorella, con il marito e le 2 faglie, e poi a cena 2 sue coppie di amici con una bimba)....
Così...ho pensato di cercare aiuto...e l'ho trovato nei miei figli!!! Strano come 3 "marmocchietti" in questa situazione mi siano stati davvero di aiuto.
E abbiamo fatto il gioco dei "favori"....io faccio un favore a loro, e loro fanno un piacere a me. Chi fa il favore più bello e lo fa meglio vince un bellissimo premio.
Inizio io: quale favore volete da me bimbi?
Milena: vogliamo vedere pippi calze lunghe alla tv...
Io: ok, io invece voglio andare a fare la spesa al discount con voi senza però che voi facciate i capricci.
Milena: ok, ve bene
Per rendere la cosa ancora più facile e per loro divertente, ho fatto la lista della spesa in modo da avere bene in mente cosa comprare. MIlena spingeva il carrello con gli altri 2 bimbi dentro. Enrico prendeva le cose dagli scaffali e Samuele...in realtà lui era tranquillo senza bisogno di particolari attenzione.
Ebbene....il 3/4 d'ora siamo partiti, abbiamo fatto la spesa e siamo tornati a casa.
E mentre io ritiravo il tutto, loro si guardati il cartone alla tv.
Chi ha vinto? Abbiamo deciso che era un parimerito perchè loro si sono divertiti a fare la spesa, ed io ho riso guardando Pippi.
Al pomeriggio...altro supermercato per prendere ciò che non abbiamo trovato al mattino. Quindi....quali sono stati i favori?
Milena: mamma devi comprare solo 5 cose come i miei anni (ma le cose da comprare erano davvero solo 5)e noi facciamo i bravi
Io: se davvero fate i bravi dopo giochiamo sulle giostrine, e mettiamo pure il gettone.
Scontato dire che è andato tutto liscio, io ho fatto in fretta e loro hanno fatto un giro sulla giostrina.
In più siamo riusciti pure a far saltare fuori anche una bella passeggiata in centro e al rientro una bella doccia a tutti!!!!
Dopo cena, bimbi a nanna e marito pezzo delirante sul divano, mi sono messa cucinare....fino alle 00.20
e domenica....sveglia alle 07.30 per preparare ciò che mi mancava.
Ecco cosa ho prodotto: 2 torte, il pane, saltinbocca alla romana, spinaci, palline di formaggio e prosciutto, lasagne, spiedini di uva e fontina, spiedini di salame e mozzarella, crostini di salsiccia e robiola, tris di antipastini, e 4 pizze (3 al salame e 1 al tonno)
Non è avanzato nulla! Milena si è mangiata 3 piatti di lasagne, mio cognato ha fatto il bis di saltimbocca, le pizze....andate!
E' stato un pranzo piacevole, con mia cognata, e una cena divertente con gli amici.
Inutile dire che sono andata a dormire alle 22....non ne potevo più.
Però è stato bello. bella l'intesa con i bimbi, bello inventarti un qualcosa da cucinare, bella l'atmosfera....
E oggi ho ancora il buon umore di ieri che continua a trascinarmi.

mercoledì 12 ottobre 2011

35 volte auguri

Oggi è il compleanno di mio marito: 35 anni.
Diciamo che più o meno le cose stanno migliorando, e siamo in un periodo di tregua....forse più per lui che per me dato che tutte le volte che lo guardo ho sempre le sue parole in testa.
Comunque....oggi è il suo giorno. Si è preso una giornata di ferie, ha accompagnato lui i bimbi a scuola e questa sera gli cucinerò una cena tutta a base di pesce.
Insomma....tutto come gli anni passati. Senza però una lettera di auguri da parte mia, o palloncini sparsi per casa.
In teoria domenica sera dovrebbe esserci la sua festa a sorpresa...perchè comunque sia voglio che abbia un bel ricordo di questo compleanno così speciale, ma tutto rema contro di me.
Vedremo cosa riuscirò a combinare.

venerdì 7 ottobre 2011

matrimoni 2

Milena ha divorziato da suo fratello...non è più lui il designato futuro sposo, perchè lei sembra aver trovato il suo principe azzurro...o forse è stato proprio il suo principe azzurro ad aver trovato lei.

Forse sarà stata la lettura di "cenerentola" prima della nanna, o forse una voglia pazza di confidenze, fatto stà che non appena spengo la luce, la sua vocina rompe il silenzio.

M: mamma?
Io: dimmi tesoro...
M: lo sai che Mattia mi vuole sposare?
Io: (con occhi allucinati, ma tanto era buio) ma Mattia chi?
M: quello dell'asilo. Ha detto che mi vuole sposare
Io: e tu cosa hai risposto?
M: che anche io lo voglio sposare
Io: e giocate insieme all'asilo?
M: si certo
Io: e a cosa giocate?
M: a tante cose, sull'altalena, a correre, a sposo-sposa
Io: a cosa scusa?
M: a sposo-sposa...però poi arriva chiara e noi dobbiamo scappare, perchè anche Chiara vuole sposare Mattia. Ma noi scappiamo perchè lui vuole sposare solo me....
IO: a, ok, amore mio....ora dormi che è tardi. Grazie per avermi confidato questo segreto così bello, ti prometto che non lo dirò a nessuno.
M: buonanotte mamma
Io: buona notte tesoro mio

Esco dalla stanza con un sorriso ebete sul viso....mi ha fatto tenerezza questa sua confidenza

P.S. Questa mattina Milena ha voluto andare all'asilo con la gonna e i codini per essere super bella. (generalmente la mando a scuola in tuta da ginnastica, oggi però la andrò a prendere prima di mangiare perchè questo pomeriggio dovrà fare il vaccino...l'accordo è che quando va a scuola solo di mattino, ed il che capita davvero raramente, allora può mettersi la gonna)

lunedì 3 ottobre 2011

Sono stanca, gli occhi che bruciano...
non ho più voglia di parlare, di discutere, di essere arrabbiata e nervosa.
Probabilmente mancherò per un pò...
Non mi va per ora di scrivere, di raccontare...
Sono delusa, amareggiata, apatica....
Ci risentiamo tra un pò.....anche se io continuerò comunque a leggere di voi!