Cerca nel blog

giovedì 28 aprile 2011

Io come mamma

Prendendo spunto da qui http://mammamogliedonna.blogspot.com/2011/03/il-primo-giveaway-di-mammamogliedonna.html provo a raccontare il mio essere mamma.


Sono partita bene, nel senso che quando è nata Nena, quasi 5 anni fa, sapevo esattamente cosa fosse un neonato, sapevo da che parte prenderla per cambiarle il pannolino.


Tutto il resto l'ho imparato strada faceno...nenaè stata una ottima insegnante, ed io già da tempo avevo chiuso la porta a chiunque volesse darmi consigli su come fare.


Poi è nato Chico, e poi è arrivato Sam....ed io che cosa sono diventata? Una mamma, anzi no, una MAmma (non sono ancora così perfetta da scrivere tutto maiuscolo), ma non di certo una super-mamma come tante mi definiscono (che se mi vedessero alla sera una volta che i pargoli dormono vedrebbero che di super c'è proprio poco)


Per me essere mamma non vuol dire avere sempre tutti i giocattoli in ordine (sarei una colf), non vuol dire avere figli sempre puliti, educati, tranquilli (sarebbero robot) non vuol dire non sbagliare o avere la presunzione di non farlo...


per me essere MAmma significa passare più tempo possibile con i miei figli, giocare con loro, leggere con loro, portarli al parco, strapazzarli di coccole, cucinare per e con loro, capire quali sono i loro interessi e svilupparli, cercare di capire quali sono le loro potenzialità e capire come sfruttarle.


Non sono propriamente una mamma....ma sono 3 mamme insieme, perchè con ogni figlio mi comporto in maniera diversa, mi pongo in maniera diversa, trascorro il tempo in maniera diversa.


Le regole sono le stesse, per tutti e 3, ma il mio approccio è ben differente


Con Nena che ha un carattere forte e deciso, mi impongo, non do alternative, è così punto e basta perchè lei tratta, ritratta e cerca di fregarmi in tutti i modi (come quando mi ha detto, dopo che per castigo le avevo proibito di guardare la tv "facciamo pace. facendo pace tutte le azioni brutte vengono cancellate, rimangono solo quelle benne" - "bene, se rimangono solo quelle belle allora io sono brava e non sono più in punizione). Con lei leggiamo un sacco di libri, e cucianiamo insieme


Chico....animo dolce e sensibile evito di sgridarlo perchè lui piange. Ma piange proprio risentito, mi si attacca ai pantaloni chiedendomi 100 volte scusa, mi ripete che non lo rifarà più. Quindi alzo la voce per attirare la sua attenzione e poi cerco di spiegargli cosa non va nel suo comportamento.


Con lui giochiamo a rincorrerci, con la palla...ma lui è un tipo solitario e spesso preferisce giocare da solo con le sue millemila macchinine. Passo il tempo ad insegnarli qualsiasi cosa. Lui mi dice spesso "mi insegni...a legarmi le scarpe/a scrivere/a fare un gioco/ad arrampicarsi" ed io spiego, lui ascolta e prova prova e riprova fino a che non riesce.


E Sam...bhè lui è piccolino ma ha lo stesso carattere della sorella. Quindi, anche con lui NO categorici ripetuti all'ennesima potenza perchè lui torna e ritorna sullo stesso argomento fino allo sfinimento...ma io raramente cedo.


Per tutti però sono dolce, coccolona, preparo i piatti preferiti, leggo la favola della buonanotte.
Cantiamo le canzoni, leggiamo i libri, rileggiamo i libri e ri-cantiamo le loro canzoni preferiti. Usiamo la musica per tutto: nel tempo di una canzone ritiriamo tutti i giochi che ci sono in giro, e se ne rimane qualcuno in giro...pazienza, al prossimo giro (anzi, al prossimo cd). usiamo la musica per ballare, saltare, giocare, rilassarci, marciare, imparare....

Ho imparato ad uscire, fare la spesa, a portarli al parco, a stare per giorni da sola con loro quando mio marito è fuori per lavoro. IO e 3 bambini....chi lo avrebbe mai detto!


Sono abbastanza soddisfatta anche se vorrei...


vorrei essere più disponibile, più propensa al diaologo quando sono stanca e vorrei il silenzio mentre loro mi riempono di fiumi di parole, vorrei essere più creativa perchè è una carratteristica che proprio non ho. Non sono capace di disegnare, creare, manipolare....vorrei essere più paziente, avere più tempo per loro, ripetergli più volte "ti voglio bene" anche se glielo dico già 100 volte al giorno. Vorrei essere più simile alle altre mamme, che sono più belle, più curate, più tranquille e più riposate.

Niente tacchi, niente gonne, niente trucco ( o rare volte): per giocare bisogna essere comodi.

Mi sforzo, do tutta me stessa per i figli dimenticandomi un pò troppo spesso che esisto anche io. Ma il tempo passa, loro crescono e un giorno non avranno più voglia di me e dei miei abbracci. Quindi ora sfrutto tutti i secondi di ogni singola giornata.

mercoledì 27 aprile 2011

S.O.S.

Lancio un S.O.S.
Una richiesta di aiuto urgente. Chiunque abbia in riserva una cassa di anticorpi da regalarmi sarebbe ben accetta. Assicuro che non verrà sperperata, ma usata con parsimonia per momenti difficili.
E questo è uno di quelli, ve lo assicuro.
L'influenza ha colpito in casa B. da ormai 8 giorni, e le vittime sono i 4/5 della famiglia. L'unica superstite sono io. E quando dico che la prima vittima è stata colpita 8 giorni fa, metto in evidenza che tale vittima ancora non ne è uscita...è ancora in stato vegetativo sul divano.
Il pediatra assicura che in 8/10 giorni passa....oggi è l'8 giorno ma all'orizzonte non si vedono miglioramenti.
Su 4 caduti non ce n'è uno che abbia gli stessi sintomi, ma mi hanno stra-assicurato che è lo stesso ceppo. Il nemico si chiama adenovirus...
1 ostaggio: febbre alta da 8 gg, male orecchie, tonsille enormi, male alla pancia/stomaco e un pò ovunque. Frebbre che non cala con antipiretico e nemmeno anti-infiammatorio e che si aggiara sui 39°. Iniziata terapia antibiotica
2 ostaggio: febbre molto più bassa (38°) ma pieno di macchioline sulla pelle... dolori un pò ovunque per colpa della febbre, ma passerà da sola. Lavaggi frequenti naso
3 ostaggio: rompipallismo acuto. Frebbiciattola che va e viene, naso che pare un rubinetto aperto. Passerà.....
4 ostaggio: il marito....tarapia d'urto immediatamente perchè è il più difficile da sopportare, e soprattutto perchè è impossibile per me prenderlo in braccio e coccolarlo dato che braccia/gambe mie già occupate da 3 marmocchi. Antibiotico...
Ora la guerra si fa dura e ardita. Questo virus non mi avrà....sto in apnea quando sono in casa, respirando a pieni polmoni quando, per 15 secondi riesco a stare sola in una stanza e spalancare porte e finestre.
Sopravvivo alle notti insonni, sopravvivo a vedere i bimbi non toccare cibo da una settimana, sopravvivvo alle lamentele del marito....ma vedo che la potenza delle mie vite sta clamorosamente calando.
Non voglio arrivare al game-over.
Mi daranno per diritto una laurea in infermeristica ed anche in farmacia non appena verrò fuori da questa cosa...sempre che io riesca ad uscirne....e porterò questa medaglia d'onore sul petto con fierezza.
Intanto però, io il mio S.O.S. lo lancio comunque.
AAAAAAAAIIIIIIIIIUUUUUUUUUTTTTTTTTOOOOOOOOOO

venerdì 22 aprile 2011

BUONA PASQUA

Innanzitutto grazie a tutte per i commenti che avete lasciato nel mio ultimo post.
Bhè, le cose ora vanno decisamente meglio...mi sono ripresa...ho dovuto riprendermi.
2/3 dei miei figli sono malati...e avendo 3 bimbi il conto è presto fatto.
Nulla di grava, solo semplice influenza, ma essendo da sola fino alle 19 quando, finalmente, il mio marito tuttofare torna a casa dal lavoro ho dovuto riprendermi per forza.
Che i miei bimbi l'abbiamo fatto apposta per farmi reagire?????
Ora, a parte gli scherzi...
Auguro a tutte voi una felice pasqua. Aprite tante uova (e spero per voi che dentro possiate trovare ciò che tanto desiderate...io vi auguro di trovare tanta tanta serenità), ma non mangiate tutto il cioccolato.
Tenete un pò da parte per i momenti di crisi...perchè è il miglior anti-depressivo che esista al mondo.
Ci si risente mercoledi (martedì l'ufficio è chiuso per ferie).
A presto, e grazie per tutto l'affetto che mi dimostrate.

lunedì 18 aprile 2011

bho.....

bho....non so nemmeno che titolo mettere a questo mio ultimo post. Sono tante le cose che non so ultimamente, o forse sono tante le cose che non ho voglia di fare, per essere precisi. Sono immersa in un limbo, non mi piace stare qui ma non faccio niente per uscirci. Troppa fatica. Non mi piace come mi sto comportando, non mi piaciono i pensieri che ultimamente mi frullano per la testa, non mi piace nulla di ciò che mi accade in questi giorni...ma in realtà non è che mi importi più di tanto perchè non ho intenzione di fare assolutamente nulla per cambiare questo mio atteggiamento. APATIA, ecco come si chiama questo limbo. Semplicemente APATIA. Non mi interessa nulla, non ho voglia di fare nulla, non ho voglia nemmeno di non fare niente...non so se mi spiego. Tutto mi annoia. Fare qualcosa, qualsiasi cosa...troppo fatica. Ma stare seduta sul divano a guardare nel vuoto mi rompe allo stesso modo, e mi stanca allo stesso modo che fare la maratona. Qualsiasi cosa che cucino, ultimamente, viene una porcheria (e non mi è mai successa una cosa così). Mi cadono le cose di mano, perdo qualsiasi cosa abbia appoggiato da qualche parte un secondo prima, non sento cosa mi viene detto, chiedo 3.000 volte la stessa cosa, sbaglio strada... Ieri sono andata alla fiera primaverile del mio paese ma non so nemmeno cosa ci fosse...è come se non avessi visto nulla, come se non avessi incontrato nessuno...sempre che ci fosse qualcuno oltre me. Ora sono in ufficio, non ho voglia di lavorare perchè non ho concentrazione, ho dovuto controllare 3 volte lo stesso mastrino prima di accorgermi di averlo già fatto. Ma non ho voglia nemmeno di perder tempo su internet perchè non saprei cosa guardare...non c'è nulla che mi interessi. Sono stufa, sono stanca, sono arrabbiata con il mondo, ho tanta voglia di piangere ma non riesco a farlo. Sono un sacco di cose, ma non ho voglia di capire che cosa sia realmente. Uffa....non ho voglia! Semplicemente non ho voglia!

giovedì 14 aprile 2011

Musica e parole

2 carissime persone, conosciute entrambe sul web....e che alle quali, per inciso, sono molto più affezionata rispetto ad amiche "in carne e ossa" hanno subito 2 lutti.
2 lutti che le hanno colpite molto, 2 lutti importanti e dei quali mi hanno reso partecipe.
Logico che la loro notizia mi abbia riempito di malinconia (M&M non sentitevi in colpa, per favore). Malinconia perchè sapevo ciò che entrambe stavano passando e malinconia per la mia impotenza nell'aiutarle.
Ora, in questo post non voglio sbandierare il loro dolore, è una cosa loro privata e intima, ma è un modo, forse, per farmi sentire più vicina.
Ieri pomeriggio ero a casa da sola, e mi è venuta una voglia pazza di suonare il pianoforte. Proprio la stessa sensazione che provavo da ragazzina quando avevo bisogno di riordinare le idee. E così, dopo un tempo che mi è sembrato una eternità ho aperto l'armadio, preso i miei spartiti e mi sono seduta al pianoforte.
Le dita si muovevano da sole, giravo pagina, suonavo e suonavo ancora. E un pò alla volta mi sono sentita meglio, un pò come se con la mia musica potessi dare un pò di sollievo alle persone che ora stanno soffrendo. Suonavo con la convinzione che loro potessero sentirmi,come se la mia musica facesse sentire bene anche loro, e non solo me. (...far across the distance and spaces between us...)
Loro solo lontane, ed io non posso far altro se non abbracciarle virtualmente...cosa che farei anche se fossino vicine perchè in molti momenti è importante il silenzio più che qualche parola, un silenzio carico di affetto, di comprensione, di solidarietà e di amicizia.
Spero che presto possano superare questo momento così difficile, e che possano tornare a sorridere e godersi un pò di questo sole primaverile.
Io ci sono.....

lunedì 11 aprile 2011

tra cultura e divertimento

E' iniziata la settimana della cultura....e noi potevamo mica perdere questa occasione?? NO!!! "La vita non è solo fatta di parco giochi, di gelati mangiati al pomeriggio, di tanti giochi che occupano il pavimento della cameretta. Per arrivare a questo, c'è stato un qualcosa prima, tanto tanto tempo fa, un qualcosa che si chiama STORIA. Ed è per questo che ora ci sono i castelli delle principesse, i musei delle cose antiche, tutti questi palazzi che si, effettivamente da fuori sono un pò brutti ed andrebbero aggiustati" E così ci siamo vestiti tutti "leganti", e siamo andati a visitare il castello di Agliè (che, per chi non abitasse a 5 km dal castello come noi, è quello che ha fatto da sfondo al film "Elisa di Rivombrosa"). Un caldo insopportabile ci ha accompagnato durante la nostra visita. Purtroppo abbiamo saltato la visita guidata perchè durava 1 h, e sicuramente i bimbi non avrebbero sopportato, così....abbiamo improvvisato. Abbiamo guardato "solo" il parco, giusto giusto quei 2 km di prati, fontane, alberi e labirinti di siepi. E ci siamo improvvisati guide, inventando storie per far appassionare i bimbi a ciò che stavamo facendo. E così, soprattutto Mile appassionata di principesse, faceva domande su domande. Sui cuochi in cucina, sulle panchine dove abbiamo immaginato che le principesse si sedessero a leggere un buon libro, oppure a ricamare. Dove abbiamo riso credendo che i paggetti corressero tra i labirinti e così abbiamo giocato a nascondino anche noi. E' stato divertente, i bimbi ne sono rimasti entusiasti... Al pomeriggio....bhè, se è vero che la storia è storia, ed è importante, è anche vero che comunque il presente ci offriva una giornata praticamente estiva, e così l'abbiamo sfruttata. Tutti al LAGO. E' stato rilassante. Enri è rimasto affascinato dai cigni, Mile dalle barche a vela e Sam...bhè lui dai cagnolini :) Abbiamo incontrato una amichetta dell'asilo di Mile, e così abbiamo trascorso il pomeriggio insieme. NOi ci siamo rilassati e loro si sono divertiti. Oggi, finalmente sono in ufficio...e mi posso riposare. O perlomeno posso stare un pò seduta tranquilla perchè ho le gambe a pezzi, nemmeno avessi fatto la maratona!!!!

venerdì 8 aprile 2011

giveaway e blogcandy

E' circa un anno che bazzico fra i blog. Ed è da circa un anno che leggo "partecipo ail giveaway" oppure " questo è per il "blogcandy".... ma qualcuno mi sa spiegare che cavolo significa?????????? Cosa vogliono dire 'ste due benedette parole? Qualcuno è così gentile da spiegarmelo?

martedì 5 aprile 2011

perle di saggezza

Quest'anno, il filo conduttore di tutte le attività scolastiche, gite comprese, dell'asilo di Mile è l'alimentazione . Hanno studiato prima la pasta, caratteristiche, tipi di pasta, facendo anche collanine con la stessa. Poi hanno studiato il latte, da dove arriva e cosa diventa. Hanno studiato le vitamine... Ieri mio papà gli ha arato un pezzo di terreno all'interno del cortile della scuola, e lo utilizzeranno come orto, piantando qualche piantina di non so ancora bene cosa. In questi giorni mia figlia è a casa perchè ha un pò di otite. Ieri non ha mangiato pranzo un pò per la febbre alta, un pò perchè masticare le faceva male, così per merenda le ho offerto un bel ghiacciolo. "Di che colore lo vuoi?" le ho chiesto "Arancione" mi ha risposto "ok, sei proprio sicura che lo vuoi arancione, non è che poi cambi idea?" "no, mamma lo voglio proprio arancione. Sai le cose che sono arancioni contengono le vitamine del raffreddore. Quindi se io mangio le arance, le spremute, le carote o il ghiacciolo che sono arancioni, dentro ci sono le vitamine che mi aiutano a guarire" "si ma tu hai male orecchie, non hai il raffreddore" "si, ma le vitamine aiutano a guarire, e io devo guarire anche dal male alle orecchie. Io succhio il ghiacciolo, le vitamine vanno nelle orecchie, me le fanno guarire e poi vanno nel pancino" Bhè, come ragionamento non fa una piega....

venerdì 1 aprile 2011

premio

ho vinto un premio...


cioè, no, non è che ho vinto un premio, mi è stato donato un premio....ecco, così va meglio.

Da chi? Da una carissima persona conosciuta qui sul web, che sto imparando a conoscere un pò alla volta attraverso il suo blog, le sue ricette e i suoi commenti.

E' una persona deliziosa ed estremamente dolce.

Per questo premio la ringrazio davvero di cuore.

Pee chiunque la voglia conoscere il suo link è http://sabrina.giallozafferano.it/

Ora....le regole per chi riceve il premio impongono che io ringrazi e linki la persona che mi ha regalato il premio...ed io l'ho fatto....

Poi devo raccontare 7 cose di me


1) sono nata nel tardo pomeriggio del lontano 20/08/1979 con qualche giorno di ritardo sulla DPP

2) la mia era una famiglia numerosa, ho 3 fratelli e 1 sorella, ed io facevo la spia quando i miei fratelli si picchiavano

3) ho un carattere duro, mi piace comandare, voglio avere sempre tutto sotto controllo

4) adoro suonare il pianoforte e la chitarra, ma ora non ho più il tempo per farlo e mi da tremendamente fastidio

5) ho fatto la majorettes per 16 anni ed ho pianto quando ho assistito alla prima esibizione del gruppo quando ormai io non ne facevo più parte

6) adoro i bambini e prima di essere mamma ho fatto la baby sitter e per tanti anni l'animatrice negli oratori

7) sono idrofoba a livelli assurdi, ho paura dell'acqua, non faccio mai il bagno ma sempre la doccia


Ora devo girare il premio a 15 blog che seguo ed avvisarli....

dato che però io seguo moooooolto meno che 15 blog, girerò il premio a quelli che seguo.









ecco fatto.....credo di aver fatto e detto tutto.

Buon week-and a chiunque passi di qui!