Cerca nel blog

mercoledì 30 giugno 2010

da gialla a rossa

Una volta Nena era piccola ed era una bimba gialla....
Aveva una bimba blu che le faceva da tutor, l'accompagnava in bagno, erano insieme in fila, era il suo punto di riferimento insomma.
Ma i bimbi gialli, proprio come lei, dormivano di pomeriggio, non facevano laboratori come invece fanno i bimbi blu, erano considerati i piccoli, e sono andati una volta soltanto in biblioteca.
Ma ora Nena è cresciuta ed è una bimba rossa. Non avrà più una tutor ma dormirà ancora di pomeriggio, non farà ancora il calendario ma potrà fare da sostituta nel caso i bimbi blu fossero pochi. Nè carne nè pesce insomma...., ma finalmente, forse, non verrà più discriminata perchè giallo è uguale a piccolo, e i bimbi rossi diventati blu, giocheranno con lei gialla diventata rossa perchè non è più tra i piccoli. E poi "dormirà in alto", non più nel piano basso del letto a castello, ma salirà al secondo....
Cosa significa tutto questo arcobaleno confuso di colori?
Che all'asilo i bimbi sono divisi, all'interno della propria sezione, in 3 gruppi : i gialli che sono quelli del primo anno, i rossi quelli del 2 e i blu quelli dell'ultimo anno. E ieri sera, durante la cena di chiusura dell'anno scolastico, la sua maestra preferita (che purtroppo il prossimo anno non cisarà più perchè va in pensione) le ha consegnato una coccarda tutta rossa. Il che sta a significare che "è stata promossa" ed a settembre lei, Nena, passerà di categoria. Un passaggio scontato, per noi, ma davvero importante per lei che si è emozionata tanto alla consegna della coccarda.

martedì 29 giugno 2010

pesciolino....o sirenetta?

E' andata.
La prima lezione di nuoto di Nena è andata. Bene, anzi, benissimo mi azzarderei a dire. 2 istruttrici, 5 bimbi di cui 3 già "esperti nuotatori", e 2 alle prime armi.
Appena arrivata Nena era gongolante nel suo costumino "fuxian" con i cagnolini della carica dei 101, una bellissima cuffia in testa in tinta al costume che le ha evitato che le venisse male alle orecchie. Ha subito fatto amicizia con G....si sono prese per mano e si sono avviate insieme a combattere le loro paure. Erano davvero dolcissime.....ginnastica, doccina, braccioli e poi subito in acqua...."tuffate" in una piscina profonda 1.50m
Le istruttrici, davvero dolcissime, le hanno fatte ambientare, stare a galla, fare dorso e stile mentre prudentemente le tenevano le manine. Ogni tanto la mia piccola cercava il mio sguardo....ma io sono sempre stata li, con le lacrime agli occhi dalla felicità per vederla così tranquilla e divertita.
Poi, a un certo punto, lei, con i suoi braccioli attacca al bordo piscina, e l'istruttrice se ne va "ehi, aiuto, dove vai....ehi, hai abbandonato la mia piccola li, tutta sola soletta....oddio, ora mi affoga...."... la mia paura dell'acqua non mi fa stare mai tranquilla....anche se poi, naturalmente non è successo nulla.
E' arrivata tutta gongolante "hai visto mamma, non ho mai pianto", mi ha detto.....e solo in quel momento mi rendo conto che lei forse, aveva davvero paura ma non ha mollato per non deludermi. "sei stata bravissima, sono davvero contenta...il mio pesciolino.....hai nuotato benissimo" - "si però quando ho fatto i tuffi mi sono tenuta alla maestra perchè avevo un pò paura e ho bevuto un pò d'acqua"...."non importa tesoro, sei stata comunque bravissima, non mi devi dimostrare niente e poi era la prima volta. L'importante è che tu ti sia divertita e che ti sia piaciuto" "ma io mi sono divertita tanto e giovedì vengo di nuovo perchè viene anche G. e dobbiamo giocare insieme"...
Sono contenta...

lunedì 28 giugno 2010

di tutto un pò...

Forse quel discorso della petizione per abolire il week-and è da rivedere.
Infondo ci sono anche giornate positive, week-and tranquilli e sereni...bhè per ora la lascio in sospeso e vedo come andranno i prossimi.
Quello appena concluso è stato...come definirlo? Devertente, faticoso, allegro, frizzante...positivo insomma.
Sabato sera abbiamo portato i bimbi alle giostre (ma visto che dagli errori si impara, e noi non siamo recidivi, questa volta non abbiamo perso nessuno). I bimbi sono stati bravi, non hanno fatto capricci per scendere dalle giostre, hanno rispettato gli accordi presi...ed io, facendo visita allo zio più speciale che ho, ho risolto il problema al braccio. Era quasi un mese che mi ero slogata la mano, ma a forza di rimandare e continuare a far finta di non aver male, ho continuato come se niente fosse, ho peggiorato le cose. Lo zio, per rimettermi in quadro ha paccioccato parecchio con i miei nervi...ormai la slegatura era arrivata al gomito! Ma ora è tutto ok.....
Ieri, pranzo dalla mamma, e poi compleanno dei gemellini. Che spasso....un pomeriggio passato a chiacchierare, seduta su una sedia al riparo da palloni che arrivavano un pò da ovunque, mazze di golf e macchinine, mi sono proprio goduata la festa. Una decina di bimbi che giocavano, urlavano, bisticciavano e ridevano...tutto in piena autonomia.....che meraviglia!
E alla sera, con una coppia di amici, a prendere un bel gelato!
..................
Domenica, che sarà il 04/07 sarà il compleanno di Chico....2 anni! Eppure sembra così grande...
Probabilmente sabato festeggeremo con i miei suoceri, perchè anche il nonno è nato lo stesso giorno, mentre domenica farò festa con i miei. Li ho invitati tutti a prano...mamma, papà, sorella con il fidanzato, i miei 3 freatelli...insomma saremo un bel pò. Per il piccolo ometto preparerò una torta molto semplice, in modo che la possa mangiare anche lui, e gliela decorerò con i barbapapà che lui adora. Ho già fatto le prove con il mmf e devo dire che il risultato è discreto.
Ho già qualche ideuzza per il menù, ma ho ancora qualcosa da definire...appena decido vi farò sapere.
................
Ora devo scappare. Venerdì ho iscritto Mile ad un corso di nuoto, ed oggi alle 17 ha la sua prima lezione....sono così emozionata...io.....mamma mia........domani vi racconterò come è andata.
Ora vado amiche mie....
un abbraccio a tutte.........

mercoledì 23 giugno 2010

pic-nic e pop-corn

Pic-nic e pop-corn....
parole composte, con 2 significati diversi e che c'entrano poco una con l'altra. 2 sigle diverse, appunto, ma che agli occhi di una bimba quatrenne possono benissimo venir confuse, perchè prive di un vero signifato.
Nena sa benissimo cosa siano i pop-corn, e ne va matta....ma non ha molto idea di cosa invece sia un pic-nic. Capita che alla scuola materna le maestre discutano sul fatto di fare o meno un pic-nic. Ormai mancano pochi giorni alla fine, il numero di bimbi si è dimezzato, i panini li portano quelli della mensa, quindi è un progetto di facile realizzazione. Capita anche che Nena, ascolti questa conversazione delle maestre, e che la elabori a modo suo "sai mamma, se c'è il sole lunedì a scuola portiamo una coperta e facciamo i pop-corn" Wow, che bello, - le rispondo, anche se sono un pò perplessa...chissà perchè deve proprio esserci il sole, e perchè poi devono fare i pop-corn fuori in cortile....
Capita poi che arriva lunedì e Nena è tutta eccitata" c'è il sole che bello, oggi facciamo i pop-corn" e capita che io, presa dalla curiosità chieda spiegazioni alle maestre. Capita così che sul volto della maestra Michela scenda un grosso punto interrogativo, come un fumetto...e chi ha mai detto che avremmo fatto i pop-corn? Rifà la stessa domanda alle altre maestre ma nessuno riesce a rispondermi. Capita così che Nena diventa triste e mogia mogia perchè lei voleva fare i pop-corn....fare e non mangiare.....alla maestra viene il lampo di genio....hanno parlato di pic-nic e non di pop-cor...e capita così, che finalmente Nena urla "siiiiiii i pop-corn"....e capita che finalmente, capiamo che in realtà il pic-nic è diventato pop-corn...e i pop-corn....bhè, i pop-corn sono sempre pop-corn...
E oggi è stato il gran giorno, il giorno del pop-corn...a, no scusate, il giorno del pip-nic. Si è diverita un sacco, li hanno portati al parco....e chissà che ora abbia le idee un pò più precise:

martedì 22 giugno 2010

Libri: decorare le torte

Ecco....inizia con oggi, anche per me, la stesura di nuovi post dedicati ai libri. Non con una scadenza predefinita, ma così....in base all'ispirazione.
Tutto nasce dalla mia passione per la cucina....si, sempre quella,....dalla voglia di imparare cose nuove e di effetto per stupire i miei commensali.
Così, visto che si avvicinano i compleanni dei miei figli (chico il 04/07 e nena il 10/08) stavo pensando come fare delle torte per le loro feste. Torte semplici e poco pasticciate in modo che anche loro possano mangiarle, ma belle e colorate perchè li invoglino a farlo!
Ieri, uscita dall'ufficio vado in libreria, e mi fiondo nel reparto dedicato alla cucina. "oh, guarda, questo libro mi piaerebbe tanto....uh, guarda questo tutto sui risotti....la carne alla griglia....questo potrei regalarlo a mio marito".... più o meno sono stati questi i miei pensieri, ma poi la mia coscienza mi ha parlato "decorazioni torte...concentrati sulla decorazione delle torte" e così ho fatto. Sono uscita dal negozio con un bellissimo libro dalla copertina tutta rosa, che ti spiega come fare/farcire/coprire/colorare una torta, che ti da in allegato tanti cartoncini sagomati per fare le torte con forme particolari: scarpa col tacco - mucca - borsetta - pacco regalo.
E' bello, di semplice consultazione, spiegato passo passo con un sacco di fotografie....
Ora non mi resta che scegliere ciò che voglio creare, comprare quel minimo di attrezzatura (qualche pennellino e i colori alimentari che ho finito facendo il didò sabato pomeriggio) e poi... via, si comincia....
Chissà cosa ne verrà fuori.
Il libro è nuovo, e non ricordo nè il titolo nè l'autrice....."e allora che scrivi a fare? Per parlare di un libro di cui non sai nulla?" Avete ragione.....ma mi piaceva rendervi partecipi di questa cosa!

lunedì 21 giugno 2010

petizione:aboliamo il week-and

Ci sto pensando da un pò, e ci sto pensando seriamente!!!!
Perchè non fare una petizione ed abolire il week-and? Ci penso e ci ripenso, e più ci penso (e più ci ripenso) mi sembra sempre più un'ottima idea!!!!
Potrei fare una raccolta di firme, e poi mandarla al presidente della rep. in persona, e vedere se accoglie la mia richiesta....
Le soluzioni sono 2.....o pensa "wow, che fantastica idea, abolendo il week-and si lavora molto di più ed il PIL nazionale avrà un picco pazzesco"....oppure pensa che io sia un pò matta. Ah, ma io sono pronta a tutto e mi sono preparata tutto per bene. E penso anche che, spiegando le mie motivazioni avrà pena di me, e prenderà seriamente la mia proposta.
Un esempio? Ecco come ho trascorso il mio ultimo week-and
Sabato mattina Chico si sveglia con una febbre pazzesca...e certo, vuoi mica passare il fine settimana indenne da qualche figlio malato??? Mentre gli cambio il pigiama mi accorgo che sulla gambina ha 3 punture di insetto, molto simili a quella della zanzara. Wow...non male come inizio.
Poi si alza mio marito, che il giorno prima aveva fatto il richiamo dell'anti-tetanica, febbre anche per lui, braccio tutto gonfio, dolorante e non riesce a muoverlo...e sono solo le 9 del mattino!
Dopo pranzo metto a nanna Chico, la febbre è passata, e dalle 3 punture di zanzara(?) esce del pus.... disinfetto, copro con una garza e via.
Tachipirina per il marito.....alla sera lui insinste per portare i bimbi alle giostre, e tra un temporale e l'altre abbiamo il tempo di andare alle giostre, farmi diventare io un ginocchio blu (ho avuto un incontro ravvicinato con la coda di una balena) e di perdere chico.....azzo che spavento! Era li vicino a me, attaccato al passeggino,gli parlo, non mi risponde, mi giro e....lui era sparito. Perdiamo 10 anni vita, 10 kg....si ma solo mio marito, io continuo ad essere belle tonda, mi guardo intorno e...eccolo li, perforuna vedo il suo giacchino rosso vicino ad una giostra li vicino.....corro a prenderlo,lo prendo in braccio di corsa, me lo mangio di baci, e poi inizia una romanzina...io verso chico, e mio marito a me...
Domenica...mio marito ancora dolorante,con la febbre e con tutto ciò che comporta questa situazione, Chico che continua ad avere la gambina che perde liquido, Milena che ha una crisi di mammite acuta e non mi lascia un secondo, Samul super raffreddato.....
Oggi è lunedì....il marito sta bene, la gambina di Chico si è finalmente cicatrizzata, io ho ancora il ginocchio viola ma non fa più male, Mile si appresta gioiosa e serena a vivere la sua ultima settimana di scuola meterna e naturalmente fuori c'è il sole.....
Allora...chi è che vuole firmare la mia petizione "aboliamo il week-and"?????

mercoledì 16 giugno 2010

conquiste (2)

E' di nuovo tempo di conquiste, in casa B.
Conquiste che riguardano un pò tutti, forse con l'esclusione di mio marito....

IO: ecco quale è la mia conquista...naturalmente nel campo culinario. Ieri avevo ospiti a cena mia cognata e le mie 2 nipotine. Ho preparato delle patate al forno e polpette al latte che hanno avuto un vero successone. Mia nipote, quella grande, dopo aer mangiato 6 polpette, e 3 razioni di patate mi ha detto "zia come cucini bene"....ecco, finalmente qualcuno che apprezza il mio operato.

Nena: da 2 sere ormai dorme nel letto "da grande". Un letto tutto rosa, tempestato da mille e mille hello kitty.....ne è pieno il cuscino, ne è pieno il lenzuolo (sia sotto che sopra) e perfino sul copriletto ce ne è una enorme. Nena quasi si perde in quel letto, ma oramai è tempo di cambiamenti (e poi....in realtà....il lettino mi serve per metterci Samul che nella culla orami ci sta davvero stretto)

Chico: orami indipendente nel mangiare, nelle decisioni che lo riguardano in prima persona, sta implementando il suo vocabolario e poi...a 2 anni ancora non compiuti è in grado di togliersi tutte le scarpine da solo, e di infilarsele...per ora solo le crock, ma ormai il meccanismo lo ha appreso, e quindi si sta cimentando anche con le scarpine da ginnastica...che, ammettiamolo, sono effettivamente più complesse!

Samul: da mangione che è diventato ho dovuto aggiungere la farina di mais e tapioca nel latte...di svezzamento ancora non se ne parla, bisogna prima risolvere i problemi di dermatite. E poi... bisticcia con i giochi con Chico che puntualmente prova a portarglieli via, vorrebbe sempre stare fuori casa e quando decide che vuole uscire, se non è accontentato sono urla sovrumane. Ha impaarato a intrattenersi con la palestrina e si diverte come un matto.....

Tempi di conquiste, tempi di crescita e di acquisto di autonomia....e come sempre un filo di nostalgica malinconia mi pervade quando mi accorgo di come passa infretta il tempo....

martedì 15 giugno 2010

pioggia

Non ne posso davvero più...
piove da quanto ormai? Non lo so, ho perso il conto, e come se non bastasse fa freddissimo.
Siamo al...che giorno è oggi? Ah, si, siamo al 15/06 e ci sono 16 gradi....16 miseri gradi....ho tirato fuori di nuovo i giacchini, ed i calzoncini corti e le canotte hanno lasciato il posto di nuovo ai pantaloni lunghi...che praticamente non toglierò più dall'armadio...già pronti per l'inverno!!!!
Inoltre nasi che colano, starnuti, fazzolettini che girano per casa....praticamente siamo passati dall'inverno direttamente all'autunno.
E nella mia testa si alternano 2 canzoni....siete fortunate che non mi potete sentire, ma ecco i versi che mi ronzano per la testa....
"un dì Noè nella foresta andò - e tutti gli animali volle intorno a se - il Signore arrabbiato un bel diluvio manderà - la colpa non è vostra io vi salverò...." Noè, dove sei??????? Io non so nuotare.........non tardare tanto perchè qui tra un pò, al posto della macchina utilizzeremo i gommoni.
e poi... "piove - senti come piove - madonna come piove - senti come viene giù...."
Anzi, ne aggiungo ancora una, sperando che sia di buon auspicio... "sole sole viene - l'ha detto il cavaliere - il cavalier di Roma - che porta la corona...."
Aiuto........................sto affogando......................

lunedì 14 giugno 2010

menù

Visto che sono un pò giù di morale....
cosa c'è di meglio che svagarsi in cucina tra i fornelli????? Ecco cosa preparerò questa settimana

Lunedì: prosciutto impanato con sottiletta - crocchette di pollo per i bimbi con verdura
martedì: Affettati - polpettine con patate al forno
marcoledì: frittata di piselli
giovedì: farfalle gustose (ricetta lampo dato che oggi abbiamo pochissimo tempo)
venerdì: merluzzo con melanzana al forno

Eccovi servite...

venerdì 11 giugno 2010

rabbia...e sconforto!!!!!

- Ho fatto il bilancio di salute di Samul quasi un mese in ritardo per non prendere ferie ed aspettare che la pdf avesse un posto di martedì pomeriggio dopo le 17.30
- Sono venuta a lavorare un giorno intero con la febbre a 39
- Mi sono fatta 10 ore di straordinario in una settimana, lavorando anche un sabato mattina (e quel sabato, nel pomeriggio ero pure invitata ad un matrimonio)
- Dovendo fare una visita medica particolarmente importante alle 11.30 visto il periodo incasinato di lavoro, sono entrata in ufficio alle 8.00 facendo wonderwoman per svegliare/preparare i bimbi in tempo, sono uscita alle 10.30 per essere di nuovo in uffizio alle 13.00...saltando naturalmente il pranzo
Da quando sono rientrata in ufficio dopo la maternità sto facendo davvero i salti mortali, non ho mai fatto un giorno di assenza, nemmeno quando i bimbi hanno preso quel maledetto mani-piedi-bocca... e cosa mi sento dire ieri dalla mia collega????
"mi aspettavo da te un pò più di collaborazione....hai fatto 3 figli uno dietro l'altro....io sono stanca....nessuno mi ha aiutato durante le tue assenze.... tutto il lavoro lo devo fare io....." e tutto perchè mercoledì sono stata a casa per la 1 volta, perchè Samul ha fatto il vaccino. Alla mia titolare avevo dato la mia piena disponibilità per il pomeriggio, ma lei ha voluto farmi stare a casa. E' colpa mia????? Si, secondo la mia collega avrei dovuto spostare la data del vaccino magari a luglio, quando le dichiarazioni saranno finite e la mole di lavoro diminuita.....
L'ho ascoltata, in silenzio, senza quasi proferire parola, perchè tanto con lei è inutile discutere.
Ma tutto il suo discorso mi ha dato particolarmente fastidio....
Poi, arrivo a casa. In un nano-secondo i bimbi buttano in aria tutti i giocattoli, si mettono a saltare sul letto, la casa è un gran casino e mentre sto facendo l'ennesima lavatrice della settimana...ho perfino dimenticato quante ne abbia già fatte.....anche Samul si sveglia.
Preparo cena, e i bimbi, come già da un pò di tempo a questa non vogliono mangiare. Inizia una lotta che generalmente viene da me clamorosamente persa....
Quindi sbotto....una volta che i bimbi dormono, nel silenzio e nella tranquillità di una cucina assopita, ne parlo con mio marito e le lacrime scendono sulle mie guance. Un fiume di parole escono dalla mia bocca, le lacrime continuano a scendere...
Ho pianto tanto, ho riflettuto.....ma risposta alle mie domande non l'ho trovata...."che cosa si aspetta la gente da me? CHe cosa devo ancora fare? Che cosa devo ancora dimostrare?"

martedì 8 giugno 2010

menù

SI...lo so, scusatemi, questa settimana sono un pò in ritardo nel segnalere il mio menù.
Ieri ero proprio senza idee, non sapevo assolutamente cosa cucinare, nè per la cena nè tantomeno decidere per la settimana intera, così ho improvvisato. Visto il successo che ha avuto il secondo che ho preparato, ed il buon umore che ciò mi ha portato, ho poi ho avuto l'illuminazione e questo è ciò che è venuto fuori:

Lunedì: straccetti di pollo al sugo con melanzane nascoste
Martedì: pasta fila e fondi
Mercoledì: ratatouille con wurstel
Giovedì: cosce di pollo con peperoni ed olive
Venerdì: platessa impanata al forno con pomodorini e carote

Costo della spesa per questa settimana: € 0.00......non è un errore, questo menù è stato stilato in base a ciò che avevo nel frigorifero......e non devo assolutamente comprare nulla, se non un pò di affettato a metà settimana!

Mi piace proprio questa cosa di preparare il menù, riesco a risparmiare un sacco di soldi.....

lunedì 7 giugno 2010

Partenze

E' tempo di vacanze....

tempo in cui le famiglie si riuniscono per passare spensierate giornate tutti insieme passate in giardino a giocare a palla, a camminare in montagna, in piscina per un bel tuffo, oppure al mare per abbronzarsi un pò.

Per noi è tempo di separazione! Non intesa come rottura del nostro rapporto, ma separazione perchè per lavoro mio marito starà parecchio lontano da me e dai bambini.

Una delle tante coincidenze che unisce la mia storia con quella di quel biondo ragazzino che è poi diventa uomo e marito (mio naturalmente) è stata quella di trovare Lavoro contemporaneamente. Lavoro con L maiuscola, quello che avrebbe permesso alla nostra storia d'amore, allora ancora immatura e con poche basi, di diventare una grande e solida storia, che ci avrebbe portato lontano.
Lui, da "semplice" operaio specializzato si fa notare, e dopo poco tempo, dal settore produzione dove ancora tutt'ora si trova, viene notato anche dal caporeparto dell'assistenza e gli viene proposto di spostarsi.
Non ha mai accettato, perchè sportarsi avrebbe voluto dire viaggiare: Italia, Olanda, Taiwan, Malta. Nelle migliori delle ipotesi solo per pochi giorni, nelle peggiori anche per mesi, e lui non voleva. Paura di lasciarmi sola, paura che mi stufassi di lui, del suo esserci/non esserci, aveva paura di perdermi...cosa che, credo, non sarebbe comunque mai successa!
Raramente è capitato che lui partisse.
Da quando siamo sposati i suoi viaggi hanno cominciato ad essere un pò più frequenti, anche se accettabili, perchè sporadici e soprattutto brevissimi.
Ora, da qui alle ferie (che per noi coincidono con il mese di agosto) ci sono come minimo 2 viaggi certi.
Uno, davvero a breve, in Olanda, e non sa per quanto tempo. Se è come le altre volte non dovrebbe stare via più di 3-4 giorni.
L'altro....in America, in Arizona, nel deserto! Dovrebbe star via una settimana a fine luglio....in America, il viaggio dei suoi sogni....mentre mi spiegava, mentre cercavano su Internet la mappa, i luoghi era davvero felice di poter andare.

Vedendolo così felice non ho pensato a nulla, semplicemente dalla mia bocca è uscito "ma scusa, perchè con il tuo collega non vi fermate anche tutto il week-and e fate i turisti.........." e poi ho sparato qualche concetto che ora la mia mente ha rimosso. So per certo di aver fatto bene a proporgli una cosa del genere, una volta che sta via una settimana, cosa mi cambiano 2 giorni più o 2 giorni meno? Quando avrà la possibilità di tornare in America? Forse a settembre, ma questa è una altra storia. Non sono, fondamentalmente, una persona egoista, mi è costato molto dirgli una cosa del genere, ma infondo è vero. E' il suo sogno andare in America, e visto che ha la possibilità di andare..tanto vale che ne valga la pena.

Non mi piace restare a casa da sola con i bimbi per così tanto tempo, dover prendere tutte le decisioni da sola, non potermi confrontare...e poi Nena in quel periodo sarebbe a casa dall'asilo, io a part-time obbligato.......

Non ho paura di non farcela, non è nel mio carattere avere paura,è che la sera quando tutti i bimbi dormono il ritrovarmi sola è davvero una sensazione sgradevole.

A mio favore c'è il bel tempo: pomeriggi al parco, passeggiate dopo cena...so già che ci sarà tutto questo in quelle mie giornate di mamma single, però sarò sola.....
So che se avessi bisogno avrei chi chiamare in mio aiuto. So che non avrò bisogno e so che comunque non chiamerò, però....però è giusto così.

giovedì 3 giugno 2010

pagina al femminile....

Lo sapevo.
Come dice una nota pubblicità "...c'è sempre qualcosa dietro...."
C'è un perchè al fatto che sono nervosa....
C'è un perchè al fatto che non sopporto niente nessuno
C'è un perchè al fatto che sono così stanca e con la voglia di non fare assolutamente nulla
C'è un perchè ho tanta voglia di piangere e sono così malinconica
C'è un perchè ed una risposta a tutto
Una sola, unica parola: CAPOPARTO!!!!!!!!!!!!!
Ma perchè non ci sono arrivata prima?
Avrei evitato una brutta bisticciata con mio marito,
Avrei evitato di prendere di punta Nena e forse l'avrei capita di più
Avrei evitato di far fare inutili capricci a Chico dandogli un pò più di ascolto
Io che per fortuna non ho mai male...non ho pensato....non ho capito.....
L'unico sintomo è proprio il malessere, il cattivo unore, la tolleranza a zero.....
Ho smesso di allattare da 10 giorni...avrei dovuto aspettarmelo.
Ma ora che ho capito tutto, sono pronta anche a chiedere scusa a tutti.
Chiedo ufficialmente scusa a tutti coloro che mi sono passati difianco in questi giorni e che, senza alcun motivo, sono stati trattati male, hanno avuto risposte brusche, o non sono nemmeno stati considerati.
Scusa, amore mio, per tutte quelle brutte cose che ti ho detto ieri.....lo sai che non le penso affatto
Scusami tanto, nena, se in questi giorni continuavo a rispondere "no-no-no" alle tue richieste senza nemmeno, infondo, ascoltarti davvero.....e, giusto per sottolineare....non sei più in castigo e puoi riavere la tua collanina. Te la ridarò oggi quando esci dall'asilo
Scusami tanto Chico se ieri proprio non avevo voglia di stare con te, se continuavo a stendere i panni mentre tu, attaccato ai miei pantaloni, piangevi chidendo di essere preso in braccio. Scusami se ti ho fatto sentire escluso...non sei mai, mai, lontano dai miei pensieri, e farò di tutto per dimostrarti che ti voglio tanto bene.
E scusami anche tu, Samy, che per qualche giorno hai sentito la tua mamma urlare in continuazione, per qualsiasi motivo....ed anche quando motivo in realtà non c'era!
Uffa....quanto è difficile essere donne!

martedì 1 giugno 2010

il circo

L'ho sempre amato, e l'esibizione che preferisco è quella dei trasformisti. Adoro la velocità con la quale si cambiano i vestiti, la magia che li circonda.
Da bambina sarò andata 3-4 volte al circo, non di più... e la maggior parte delle volte erano circhi piccolissimi, dove al posto dei cavalli avevano un pony, e al posto di elefanti e tigri si esibivano cani e al massimo facevano sfilare qualche cammello.
Una volta però, e me lo ricordo perfettamente, ho assistito ad uno spettacolo meraviglioso. Il circo era enorme....o forse lo era grande solo per i miei occhi di bimba, c'erano le tigri, ed un signore che faceva delle bolle di sapone enormi....ecco questo è il mio solo ricordo. Queste grandissime bolle di sapone, tutte colorate e create a tempo di musica.
A gennaio nel mio paese è arrivato il circo, uno di quelli piccolini, e ci ho portato Nena. Inizialmente spaventata, poi partecipe, divertita, emozionata ed affascinata. Ha toccato serpenti, osservato un vecchio e stanco leone bianco, ha riso di gusto per il buffo clown Coca-cola.....
Ora, nel paese vicino al mio c'è il fantastico circo di Moira Orfei....la grande star...proprio quello...quello originale. Ci saranno cavalli, elefanti, tigri bianche e del bengala, trasformisti, pagliacci e acrobati.....e ci sarà anche lei...la regina del circo.
Posso mancare a questo appuntamento????? Certo che no...questa mattina per osservare il tendone già bello montato e guardare le carovane ho perfino sbagliato strada per andare in ufficio....eh, si, sono arrivata a questi livelli.
E questa sera....serata tra donne. Io in compagnia della mia piccola Nena andremo a goderci questo bellissimo spettacolo, sperando che la bimba non si annoi per i tempi che presumo siano lunghi, che non sia spaventata....
Ho anche pensato di portarla eventualmente domani pomeriggio, ma purtroppo gli orari non coincidono con i nostri impegni...o meglio, con i suoi di impegni, visto che è invitata ad un compleanno......quindi l'appuntamento è per questa sera, alle 21.00...
Wow...non vedo l'ora!!!!!