Cerca nel blog

giovedì 23 febbraio 2017

Conquiste e solitudini

Era finalmente un bel periodo questo.
La piccola Cecilia che cresce a vista d'occhio, tutto procede a meraviglia, velocemente e senza intoppi.
I bimbi a scuola tranquilli, Milena finalmente anche lei dentro "al gruppo", al mattino davanti a scuola invece di stare attaccata a me andava tra le sue compagne.
Poi, ieri mattina, mi dice "mamma, voglio stare con te"....
Capisco che è successo qualcosa, ma non le dico nulla per non turbarla. Ed alla sera, al ritorno da nuoto, si confida con il padre e poi una volta a casa con me.
E' di nuovo sola a scuola. Anche la sua migliore amica l'ha isolata, perché le solite 2 ochette hanno cominciato a prenderla in giro dicendo che ha i pidocchi. La chiamano "pidocchiosa" e quindi tutti l'hanno isolata per paura di essere contagiati.
Ieri sera mi sono proprio arrabbiata, ho mandato un messaggio sul gruppo della classe perché è una situazione vergognosa.
La maleducazione, la mancanza di rispetto e la cattiveria di questi bambini non ha limiti.
E so anche perché è cominciata tutta questa storia.
Milena da settembre segue un corso di nuoto sincronizzato. Domenica ha partecipato alla sua prima gara ed hanno vinto.
Tanto allenamento, tanti sacrifici, fatica e dedizione hanno portato lei e la sua squadra sul podio, aggiudicandosi il primo posto ed una bella medaglia d'oro.
La bambina, felicissima, lo ha subito raccontato a scuola alle maestre. Lei, che ha sempre avuto paura al confronto con gli altri, che non ha fiducia nelle sue capacità, che si sente sempre inferiore agli altri, ha vinto e come è giusto che sia, soprattutto agli occhi di una bambina di 10 anni ha voluto gridarlo al mondo intero.
Le sue 2 compagne, probabilmente invidiose di questa sua felicità, hanno cominciato proprio il giorno stesso a prenderla in giro.
Lo trovo cattivo, davvero cattivo.
Non solo perché hanno rovinato questo bel momento, ma perché è una presa in giro che non ha senso.
Perché dire una cosa del genere?
Perché mettere in allarme tutti e fare in modo che nessuno voglia più stare con lei?
Stiamo stringendo i denti, io e Milena, perché stiamo combattendo entrambi. Lei contro le sue compagne, io contro i genitori che sono tali e quali ai figli.
Ma manca poco. Ancora 3 mesi e la scuola sarà finita.
E a settembre sarà tutta una altra storia. Si cambia scuola, si va in prima media, con altri compagni e cambierà tutto.
E noi stringiamo i denti per quel poco che ancora manca prima di terminare questo terribile cammino.
Avrebbero dovuto essere 5 anni bellissimi quelli delle elementari ed invece sono stati un vero calvario...

lunedì 6 febbraio 2017

CECILIA

Cecilia sta arrivando...
o forse a quest'ora è già addirittura nata.
Prego davvero che tutto vada per il meglio, che la piccolina possa crescere sana e forte. Che superi questi primi momenti con la grinta e la determinazione giusta.
33 settimane e 4 giorni.....
Avrebbe dovuto nascere il 23 marzo, o nei giorni vicini, ed invece questa gravidanza così normale si è trasformata in "a rischio" senza preavviso.
Ora come ora non mi importa di tutti i problemi passati...le difficoltà della maternità a questo punto sono  superate.  Mia sorella non può più fare nulla per proteggere la sua piccola bimba.
Ora tocca a lei. Tutto dipende dalla piccola Cecilia. Che ormai avrà visto la luce....
Mi auguro con tutto cuore che questa prima luce sia davvero luminosa, che il cammino per tornare a casa con la sua mamma e il suo papà sia breve.
Ho pregato tanto e tanto ancora pregherò....
Cecilia....già ti amo tanto.
Anche se il tuo cuginetto Samuele non vuole nemmeno sentirti nominare perché è geloso....non è cattivo davvero, imparerai a conoscerlo, è soltanto geloso perché finora è stato lui il più piccolo dei nipotini... ti giuro che da brava zia non ti farò mancare nulla. Ti starò vicina, ti farò sentire tutto il mio amore, il mio affetto. Aiuterò la tua mamma quando me lo chiederà, ti prenderò in braccio e ti canterò le canzoni, ti racconterò le favole, ti insegnerò un sacco di giochi.
Ma tu, piccolina, devi essere forte...tanto forte, perché in questo momento la nostra forza dipende da te, esclusivamente da te.
Già ti amo....

venerdì 27 gennaio 2017

notizia imprevista

Succede che,
dopo le vacanze estive 2016, i nonni materni inizino a sentirsi soli perché, dopo ben 10 anni di pieno servizio, anche Samuele comincia il ciclo della scuola primaria. E se prima vedevano almeno uno dei 3 nipoti tutti i giorni perché frequentante la scuola dell'infanzia del paese dei nonni in questione, ora tutti e 3 i nipoti vanno alla scuola primaria nel paese di loro residenza.
Ma proprio nei giorni di inizio scuola, a settembre, mia sorella annuncia la sua gravidanza. Accolta da tutti naturalmente con gioia, a maggior ragione dai nonni che già si rivedevano nei pannidei nonni attivi nella crescita del pargolo.
La data che tutti aspettiamo è fine marzo 2017.
Succede che, proprio ieri, durante la terza ed ultima ecografia obbligatoria, si scopra che il pancino di mia sorella è troppo piccolo, la bambina che porta in grembo anche. Pare che la placenta non faccia bene il suo lavoro, e dal primo ospedale le dicono che se fosse per loro "Cecilia/Emma" nascerebbe immediatamente.
Succede che, per fortuna, abitiamo a 30 km da uno dei migliori ospedali per gravidanze difficili/parti prematuri, il sant'Anna di Torino così mia sorella viene dirottata li.
Per precauzione si iniziano a fare tutti i trattamenti del caso per aiutare la piccolina a sviluppare i polmoni, perché non si sa mai... è solo alla 32esima settimana, e di strada ce ne sarebbe ancora tanta da fare.
Questa mattina inizieranno tutti gli accertamenti del caso e decideranno il dar farsi....
Spero che tutto vada per il meglio, e che riescano ad aspettare ancora un po' per far nascere la piccola, consapevole però del fatto che se la mia nipotina dovesse arrivare troppo presto è decisamente in ottime mani!

giovedì 5 gennaio 2017

ritorno improvviso

Ho aperto il blog, questa mattina,
quasi inaspettatamente. Eri li, che mi guardava....lui osservava me ed io osservavo lui. Cosa aveva di così importante da dirmi?
In realtà tantissime cose...ho scoperto! Perché rileggendo tutti quei post scritti nel corso degli anni sono affiorati ricordi, immagini, viaggi, situazioni....e sono contenta di averli scritti perché altrimenti li avrei dimenticati.
E così ho pensato di ritornare a scrivere.
MI piace leggere ciò che ho scritto tempo fa, il modo in cui racconto, parlo, urlo e rido con la tastiera del pc. E ci voglio riprovare.
E' passato un anno da quando ho scritto l'ultima volta. Bhè, naturalmente sono successe cose, tante, purtroppo la maggior parte brutta. Il 2016 era un anno bisestile e si sa...anno bisesto anno funesto. Spero vivamente che questo 2017 sia migliore.
Abbiamo iniziato il 2016 con un ricovero in urgenza di Samuele per un attacco acuto di appendicite terminato con un ricovero. Abbiamo continuato con Enrico che si è rotto il braccio sx giocando a pallone esattamente un mese dopo l'avventura con Sam. Ed esattamente un mese dopo ancora MIlena con una brutta sinusite.... ho iniziato ad avere paura del numero 5...perché tutto accadeva sempre il 5 di ogni mese!!!!
Bullismo nella scuola di Milena che ha visto lei nei panni di quella sottomessa e maltrattata, ma come succede nei film, per fortuna lei ha parlato, si è confidata... ed ha trovato salvezza nello sport.
Un inverno pieno di malanni, che si sono protratti nella primavera.... l'autunno ci ha portato a salutare per sempre una persona alla quale eravamo molto legati, soprattutto mio marito, e che sono sicura non dimenticheremo mai. Un anno che mi ha visto allontanarmi da mia cognata, una distanza ben più lunga dei 200 km che in effetti ci dividono e che non se mai si accorcerà...dubito che tutto possa tornare come prima.
Ed un anno che è finito con la mamma, la mia mamma che ha iniziato ad avere i primi problemi di salute. Apparentemente nulla di grava, ma che l'ha sbattuta giù, molto giù, ed ora i suoi 74 anni se li sente tutti.
La mia macchina mi ha definitivamente abbandonato e ho dovuto acquistarne una nuova (che andrò a ritirare la prossima settimana)
Ed in estate, durante la nostra vacanza al mare nelle Marche....proprio in quei giorni, il brutto terremoto che ha devastato quel piccolo terremoto ci ha fatto vivere una delle più brutte esperienze della nostra vita. Anche se eravamo a 50 chilometri dall'epicentro ed anche se il nostro villaggio non ha subito danni. Lo spavento per il letto che in piena notte si è messo a ballare, il lampadario che oscillava, il frastuono tremendo, il ticchettio metallico...non penso che dimenticherò mai tutto questo.
E' stato pesante il 2016, davvero tanto, ma ha anche portato cose belle.
Abbiamo trascorso, in agosto, 3 settimane consecutive di vacanze al mare e ancora oggi ne stiamo portando il beneficio. Nessun malanno finora, nemmeno un banalissimo raffreddore.
Le prime 2 settimane in Liguria, in una cassettina piccola ed accogliente. 15 giorni fantastici, rilassanti, divertenti.... e 7 giorni nelle Marche, a Marina di Altidona. Villaggio fantastico.....
Samuele ha cominciato la prima elementare, continua il monivolley
Enrico, che fa la terza, ha cambiato sport abbandonando il calcio che ultimamente ha creato parecchie situazioni spiacevoli provando ed innamorandosi perdutamente del basket.
Milena, all'ultimo anno della scuola primaria, ha avuto parecchi problemi con la sua classe, specialmente con 2 bambine in particolar modo, ma le cose ora si stanno aggiustando. Lo sport, dicevo prima, l'ha davvero aiutata. Ha cominciato a fare nuoto sincronizzato....ed oltre ad essere un sport davvero meraviglioso (anche se davvero molto costoso) l'ha aiutata tanto. Ha imparato a fare gruppo, ha capito l'importanza di affidarsi a qualcuno, di lavorare tutti insieme per un unico grande scopo. E quando ho visto il suo spettacolo mi sono davvero emozionata. Avendo appena cominciato, non era sicuramente tra le più brave, ma il suo viso....così bello, rilassato, gioioso....felice!!! Era davvero felice!!!!!!!
Tra qualche giorno dovrò iscriverla alla prima media.....
Ad ottobre io marito ha compiuto 40 anni e per festeggiare abbiamo portato i bimbi 4 giorni a Londra, città per noi molto importante e che i bimbi ancora non avevamo mai visto.
Ora siamo pronti per affrontare questo 2017 sperando che ci porti tante cose belle. E se così fosse che ci dia almeno la forza per affrontare le prove che metterà davanti...




lunedì 18 gennaio 2016

e sono 6

Auguri piccolo mio,
con oggi sono 6 anni.
6 anni in cui ci hai tenuto occupati, tanto. Con i tuoi piccoli problemi di salute, con qualche intoppo nel parlare, con il tuo carattere che ci preoccupava, sempre così scontroso, arrabbiato, manesco.
Ma poi ti abbiamo capito. I tuoi problemi uno alla volta si sono risolti, e per lo meno abbiamo raggiunto risultati soddisfacenti; il tuo linguaggio è quasi a livello dei tuoi coetanei e tu, ogni giorno, ci lavori su con tanto impegno; il tuo carattere, ora che non ti senti più inferiore ai tuoi amici, ai tuoi fratelli, si è dimostrato fantastico. Sei allegro, pieno di vita, simpatico, chiacchierone, intraprendente, sveglio ed intelligente. Hai un senso pratico eccezionale...inventi cose, prima le disegni e poi le crei. Colla, cacciaviti, fogli, colori, forbici fanno ormai parte del quotidiano. Inventi dolci che poi effettivamente sono davvero buoni... impasti, mescoli, mischi, monti....e poi passi la palla a me per la cottura. Ormai la tua merenda preferita è la torta in tazza che sai farti tranquillamente da solo!!!!
Stai imparando a leggere, da solo, perché ormai le lettere dell'alfabeto le conosci tutti e non ti limiti più a scrivere parole sotto dettatura...ora leggi, e non potrò più fregarti facendoti credere cose che non sono.
Giochi a minivolley ed i tuoi allenatori non fatto altro che ripeterci quanto tu sia responsabile, quanto ti impegni e come sei serio...e questo non può che riempirci di orgoglio e soddisfazione.
Siamo appena tornati da una "vacanza" forzata in ospedale...un bell'attacco acuto di appendicite con tanto di ricovero e operazione in urgenza...giusto per non farci mancare nulla.
Ti sei comportato bene anche in questa occasione. Come ci ha confessato l'infermiere del Regina Margherita dove sei stato curato ottimamente ed amorevolmente, gli infermieri facevano a gara per chi si dovesse occupare di te, che non ti sei mai lamentato, mai fatto un capriccio e che soprattutto dormivi tranquillo tutta la notte.
Ora goditi questo giorno tutto tuo...finalmente è arrivato!!!!!!
Ed intanto....la prossima settimana dovrò iscriverti alla 1 elementare...

venerdì 2 ottobre 2015

di Calcio e altri sport...

E' iniziato l'anno scolastico,
e con esso pure tutte le attività sportive. Quest'anno abbiamo fatto il pieno. Orari e tempi da rispettare al secondo per fare in modo che tutti dedichino il tempo prefissato all'attività scelta.

Milena continua con il nuoto... un'ora soltanto alla settimana, perché tanto lo praticherà anche in orario scolastico durante l'ora di educazione fisica. Le piace tanto ed è anche diventata bravina. Questa estate si è divertita parecchio a nuotare sott'acqua a fotografare le gambe della gente!!!!

Enrico prosegue l'attività calcistica. 2 allenamenti settimanali più le partite nei week-and. Non sono riuscita a fargli cambiare idea...io il calcio lo odio, non mi piace, non lo sopporto...tanto io lo odio, tanto lui lo ama.

Samuele, anche se con un mese di ritardo a causa della gamba rotta (regalo che ci ha fatto l'ultimo giorno di vacanza facendosi male in spiaggia) ha cominciato pallavolo. Attività sportiva che per la sua ipotonicità è davvero utile. Gli piace, si è divertito un sacco, vorrebbe andarci tutti i giorni. Ma anche per lui "solo" 2 allentamenti settimanali, più una domenica al mese per le competizioni.

Per fortuna il catechismo comincerà soltanto a metà ottobre....

Ma....volevo soffermarmi sul calcio.

Enrico è al suo secondo anno. Gli piace, si diverte, si impegna. Il suo mister dice che è bravo, orami ha trovato il suo ruolo (difensore e fascia sinistra) e anche mio fratello che ha smesso di giocare soltanto ora che di anni ne ha 40 dice che dall'anno scorso è migliorato tantissimo.

La scorsa domenica hanno giocato una quadrangolare qui, nel nostro paese. C'era quindi la Rivarolose, contro 2 squadre di paesi qui limitrofi, e contro la Juventus. Si si, proprio la Juventus quella originale, quella che per entrarci devi fare provini su provini ai quali l'ultima vanno hanno partecipato 1.800 bambini per quanti, 20 posti forse?????

Fatto sta che Enrico si è ritrovato a dover marcare il figlio di Marchisio...e già questa è stata per lui una bella soddisfazione...anche se noi, in casa, siamo torinisti fino al midollo. Ed è stato anche bello perdere "soltanto" 4 a 1. E' stato un bel pomeriggio un po' per tutti.

Ieri lo accompagno all'allenamento ed il dirigente mi dice che ha assolutamente bisogno di parlarmi. Morale della favola????? La Juventus lo ha addocchiato. OH GIA'!!!! Ha messo gli occhi su mio figlio, e gli ha proposto di fare 2 provini per vedere se davvero è idoneo a giocare in una squadra di tal prestigio.
Inutile dire che i suddetti 2 provini glieli faremo fare, anche se dovrà perdere 1 ora di scuola, anche se mio marito dovrà prendersi mezza giornata di ferie, anche se dovremmo portarlo fino a Vinovo (60 km da casa nostra), perché dai, ammettiamolo, è davvero una bella, bellissima soddisfazione.

Io che sottovaluto sempre e comunque, a prescindere, le capacità dei miei figli...ecco in questo caso mi devo ricredere, perché è stato l'unico di tutta la sua squadra ad essere stato chiamato.

Ora...non è che da oggi in poi diventerò la mamma di un piccolo campione....farà questi 2 provini, si divertirà, sarà per lui una bellissima esperienza e la porterà credo nel cuore come uno dei ricordi più belli della sua giovane vita.

Ma poi finirà così. Perché anche se, malauguratamente, questi 2 provini andassero tremendamente bene, la sua avventura da giovane campione finisce così...o almeno credo.

Non possiamo permetterci di andare a Vinovo 2 volte a settimana, di fargli perdere ore a scuola perché per me, per noi, la scuola viene prima di tutto.

Ed anche se questa cosa ci esalta, anche se siamo consapevoli che le probabilità che venga "scelto" siano poche, io spero comunque di non trovarmi nella posizione contraria e di dover prendere decisioni così importanti per il futuro di mio figlio.

Nella mia zona di residenza ce ne sono tanti che hanno cominciato come Enrico, presi dalla Juventus o dal Torino, poi magari non arrivati alle squadre ufficiali ma comunque con un bel futuro assicurato...perlomeno fino a quando l'età ed il fisico glielo permettono.

Ed io non so se vorrei questo nel futuro di mio figlio...anche perché lui ha una buona testa, e potrebbe ottenere ottimi risultati in campo scolastico.

Sono pensieri che butto fuori così, come mi vengono per la testa. Perché mi sento un po' in colpa. Contenta per l'opportunità che gli viene data, ma un po' desolata nello sperare che questa opportunità vada un po' sprecata per non dover essere io a dover prendere determinate scelte.

lunedì 8 giugno 2015

Auguri piccola mia!!!

Auguri piccola mia.
Questo giorno è finalmente arrivato....la tua prima comunione!!!!!!!
L'hai aspettato tanto, ti sei impegnata con il catechismo, le prove dei canti, non hai dormito tutta la notta dall'agitazione.
E poi eccoti li, che entri in Chiesa con le mani giunte, e gli occhi pieni di emozioni. E mi sono emozionata anche io. Io sempre così dura, così restia a esternare le mie emozioni, questa volta non ce l'ho fatta. Perché voi, tu e i tuoi 2 fratellini, mi avete cambiata e certe volte le lacrime proprio non riesco a trattenerle.
Dal mio posto ti vedevo proprio bene. Così fiera tra i tuoi amici. E poi...a cerimonia quasi terminata, dopo il momento più importante di tutti, ti è passata vicina la tua amica Loredana, forse la più cara che hai, e vi siete strette in un abbraccio. Questo si....questo tuo abbraccio me lo porterò sempre nel cuore, tra i ricordi più cari.
Il pranzo al ristorante, le corse nel cortile, e poi ancora una pizzata a casa per stare ancora tutti insieme e rendere infinita questa giornata.
Ti sei divertita, tanto.
E spero con tutto il cuore che rimanga vivo dentro te il ricordo di questa splendida giornata.
Stai diventando grande piccola mia.!!!!!!!!!!